la carta dei diritti dei fgli nella separazioneAnche i figli dei genitori separati hanno dei diritti. Per questo, nel 2018, l'Autorità Garante per l'infanzia e l'adolescenza, ha realizzato la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori e a riguardo il 13 Dicembre si è tenuto il secondo seminario di presentazione del progetto "I figli hanno diritto di..." - La Carta dei Diritti dei figli nella separazione dei genitori  nella sala convegni del plesso Semini dell'I.C."A. Narbone" di Caltagirone,... Vittoria Di Grande

realizzato con il contributo dell'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza e gestito dal Centro Studi C.E.S.T.A. in partnership con il Consorzio Umana Solidarietà e la Cooperativa San Francesco s.c.s.  Sono intervenuti il Dirigente dell'I.C."A. Narbone" Prof. Franco Pignataro, l’Avv. Daniela Alberghina, l’Avv.  Maria Giovanna Bertolami e Filippo Pozzo. La Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori è costituita da dieci articoli che definiscono altrettanti diritti dei bambini e ragazzi alle prese con il percorso che parte dalla decisione dei genitori di separarsi. I principi alla base della Carta sono ispirati alla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Il testo è frutto di un’attività di ascolto e partecipazione che ha coinvolto la Consulta dei ragazzi dell’Autorità garante ed esperti nei settori giuridico, sociale, psicologico, pedagogico. Obiettivo della Carta è quello di rendere consapevoli i figli dei loro diritti e di contribuire alla crescita culturale dei genitori e in generale della società, al fine di garantire il rispetto dei diritti di cui sono portatrici le persone di minore età. Un momento di riflessione sulla dimensione genitoriale, questo il senso dell’iniziativa - ha affermato il Dirigente dell'I.C."A. Narbone" Prof. Franco Pignataro. Occorre preparare i ragazzi a saper vivere anche la crisi della funzione genitoriale senza essere ostaggio del conflitto tra i genitori. Senza dubbio, i genitori, pur se separati, non smettono di essere genitori perché la famiglia continua ad essere importante, al di là della forma, nella formazione dell’identità del minore; perfino la scuola vive tale problematica e intendiamo occuparcene tramite progetti specifici. La scuola ha la grande responsabilità di aiutare i genitori in un compito difficile - ha concluso il Dirigente Pignataro. L’Avv. Daniela Alberghina, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Caltagirone, è del parere che bisogna essere capaci di trasmettere i “perché della frattura” e della nuova vita che intraprenderà la famiglia dei ragazzi separati. La Carta dei diritti dei figli separati è stata tradotta in diverse lingue, mi auguro - ha dichiarato l’avv. Albergina - che venga letta dai figli, dalle famiglie e diffusa in tutto il territorio perché i figli hanno diritto ad essere felici e a comprendere per tappe i cambiamenti che una famiglia può vivere. Anche il Movimento Cristiano Lavoratori rappresentato da Filippo Pozzo, Presidente del Circolo Luigi Sturzo di Caltagirone, sostiene che la persona è al centro dell’attenzione e che i ragazzi hanno un gran bisogno di essere attenzionati dai genitori. "Noi docenti siamo un piccolo anello di congiunzione tra genitori e figli; è necessario accompagnare i ragazzi nel percorso di crescita rendendoli consapevoli che l'amore che ha unito i genitori li continuerà ad assistere nella quotidianità - asserisce la prof.ssa Simona De Simone, docente della Narbone. Gli alunni partecipanti al seminario sono stati coinvolti in giochi di ruoli condotti da Maria Giovanna Bertolami, Avvocato Esperto in Diritti dell’Infanzia, che attesta che il coinvolgimento e la partecipazione dei ragazzi è stata notevole e assicura che l’obiettivo del progetto è rendere protagonisti i figli coinvolti nelle separazioni, che spesso purtroppo siedono in platea ad assistere ad uno spettacolo non sempre positivo o ancora peggio stanno dietro le quinte nel buio della sofferenza. L’Avv. Bertolami auspica che si diffonda una cultura della gestione responsabile del conflitto. Il progetto è un riconoscimento da parte dell’Autorità Garante per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, un percorso iniziato a Caltagirone e che si svolgerà a Catania, a Palermo, a Roma e a Napoli. È motivo di orgoglio perché da questo territorio nasce un input alla sensibilità, alla conoscenza, alla maturità per promuovere la centralità dei figli nella crisi della coppia. Vittoria Di Grande

 
 la carta dei diritti dei figli nella separazione 1 la carta dei diritti dei figli nella separazione 2
 

 

torna all'inizio del contenuto
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.