Termine presentazione istanze MAD 31/08/2020

2020 THE DAY AFTERErano i primi giorni del mese di Marzo 2020 e andavamo ancora a scuola ignorando che da un giorno all'altro le nostre vite, le nostre abitudini e il nostro modo di fare scuola sarebbero cambiate. Un lampo. Un ciclone. Una rivoluzione.. “The day after”, il giorno dopo ogni cosa si è fermata; autobus, treni, centri commerciali, scuole… il silenzio ha pervaso tutto il nostro pianeta quasi a voler rompere il frenetico vortice di illusioni e obblighi che ci hanno distolto la mente da ciò che di più bello ci appartiene: la VITA! ... Concetta Casciana Iudice 

Di punto in bianco docenti e alunni si sono ritrovati a dover gestire un canale di confronto diverso dal solito e che non potrebbe sostituire del tutto l’atmosfera dal vivo. Per stabilire un contatto sono state adottate diverse modalità: videoconferenze, videolezioni, chat di gruppo. Ciò che vedevamo erano volti oscurati, persi, confusi, volti che non riuscivano a comprendere il perché di ciò che stesse accadendo. Ed è proprio durante una delle tante videolezioni che accade qualcosa di magico: questo comunicare esclusivamente con la mimica, che sottintendeva un disagio profondo, ci ha indotti a ideare e realizzare quattro laboratori (tutti riconducibili al progetto unico "2020 THE DAY AFTER") per trasmettere ai nostri alunni un messaggio ben preciso: addestrare la mente a vedere il lato positivo in ogni cosa. Noi docenti abbiamo compreso l’importanza della nostra presenza nella vita dei nostri alunni per abbattere quei muri di solitudine da cui improvvisamente noi tutti ci siamo sentiti circondati. In un contesto pandemico e surreale come quello che stavamo vivendo, i laboratori hanno dato la possibilità di trasformare le emozioni in parole, in immagini, in movimenti e in cibo: Poesia, Arte, Sport, Cake Design. Ogni laboratorio ha previsto la propria conclusione con l’incontro di un artista che portasse una testimonianza viva di ciò che si era svolto durante le attività pomeridiane. Dall’artista Pop art Salvo Ardizzone, al giovane trainer Gabriele Lionti, dal duo comico “Toti e Totino” insieme allo scrittore Pietro Montalbetti (storico chitarrista dei Dik Dik) al poeta degli iblei Dario Pepe (vincitore di numerosi premi letterari, presente con i suoi versi in parecchie antologie e siti internet). Senza mai dimenticare il valore aggiunto dell’inclusività, nel significato più nobile del termine: senso di appartenenza ad un’istituzione e ad un gruppo di persone con la chiara percezione di sentirsi accolti. E in quest’ottica di inclusività i ragazzi insieme ai colleghi hanno organizzato il compleanno ai nostri cari Leo ed Alessia: perché se nella vita è bello saper ricevere, è ancora più bello saper donare. Un ringraziamento speciale va al nostro lungimirante Dirigente scolastico professor Francesco Pignataro che ci ha dato l'opportunità di realizzare e di concretizzare tutto ciò per i nostri alunni, i quali hanno compreso che crescere e formarsi significa anche confrontarsi e incontrarsi nel rispetto di una intergenerazionalità ritrovata. Il progetto è stato reso possibile da un’idea della prof.ssa Concetta Casciana Iudice, che ha curato il laboratorio di Poesia, insieme ai colleghi: prof Attilio Gerbino (ideatore e montatore dei due video: “2020 THE DAY AFTER, un percorso a ricalco” https://youtu.be/NTMtznnTAs che documenta l’intera attività e “Amarcord…io mi ricordo” sull'incontro con la campionessa Silvia Salis) che si è occupato del laboratorio di Arte; prof.ssa Giusi Sestina che si è occupata del laboratorio di Sport; prof.ssa Emanuela Zago che si è occupata del laboratorio di Cake Design; prof.ssa Dorotea Giaquinta, prof.ssa Melita Regalbuto e il prof. Sergio Tornatore (autore del video “The day after”) per la loro preziosa collaborazione; prof.ssa Rosa Albergamo e prof. Giuseppe Carfì, senza i quali non avremmo potuto completare il nostro progetto con la pubblicazione e la diffusione dei lavori creati.   

“Io ho fotografato il cielo perché mi fa pensare, con questi tempi brutti del Coronavirus, che il cielo non muore mai” (Gabriele Ragusa, 3G)

Concetta Casciana Iudice 

torna all'inizio del contenuto
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.