Termine presentazione istanze MAD 31/08/2020

Il Maggio dei libri

Con la speranza di poter tornare presto a condividere i diversi luoghi dell'istituzione scolastica “A. Narbone” che hanno contraddistinto variegate occasioni d'incontro, nel nome dell’amore per la lettura, le “idee di cenere e le poesie dal sapor di liquirizia” sono state il leitmotiv del dibattito intrapreso dalle classi seconde di Scuola Secondaria, accompagnate dallo spirito appassionato dei loro professori... Gabriella Longobardi 

I docenti hanno letto stralci del libro “Breve storia del mio silenzio”, mentre gli alunni rappresentanti delle varie classi, Salvatore Intonato di 2aA, Denise Monteleone, 2aB, Viola Franco, 2aC, Ginevra Contrafatto, 2aD, Desiree Liberto e Agnese Guzzetta, 2aF, hanno creato una “web-interview-questions” che li ha guidati allo scheletro del testo. Una full immersion di letterarietà ha preso vita. L'evento web è stato promosso dal Dirigente scolastico Prof. Francesco Pignataro, in occasione della X manifestazione “Maggio dei Libri”, per restare accanto alla comunità virtuale, lanciare la sfida ad essere ancora più “smart” e riuscire a superare confini e ostacoli. Giorno 27 maggio, alle ore 10, gli studenti hanno accolto l'autore Giuseppe Lupo, candidato al Premio Strega, professore all’Università Cattolica di Milano e Brescia, dove insegna Letteratura. Lo scrittore è stato un esempio per gli studenti, poiché presenta una personalità letteraria poliedrica. Nei suoi libri è presente la storia di un’Italia, dal boom economico agli anni di piombo, divisa fra Nord e Sud. Il libro presentato dall’autore è una trama di sconfitte e di vittorie. Nella copertina le immagini del treno e di un bambino, intrecciate all'intermittenza del cuore, alla ricerca del tempo perduto, ovvero l'infanzia come memoria personale, spazio “breve”, e il suo “silenzio”. Quest'ultimo, il mutismo infantile generato da un trauma: la nascita di una sorellina. I ragazzi hanno avuto modo di conoscere una forte personalità, simbolo ed esempio di stile, nutritasi di letture, cresciuta inebriando i sensi d'odore d'inchiostro e di carta. Lettura e scrittura di un autore che, grazie a queste, ha ricevuto significativi premi, fra i più importanti dei quali il “Premio Campiello” e “Viareggio”; un testimone di giornalismo, saggista e collaboratore alle pagine del “Sole 24 Ore” e di “Avvenire”. Presente al dibattito, la referente Prof.ssa Melissa Scollo (libreria Mondadori – Bookstore di Caltagirone) alla quale rivolgiamo un grazie cordiale per il contatto prezioso a un'iniziativa dedicata alla promozione del valore sociale della lettura, fattore chiave nella crescita personale, culturale e civile dei ragazzi. Come scuola, proviamo ogni giorno a costruire una comunità ricca e attiva che continua a crescere e non conosce confini né ostacoli. Con la scoperta di un libro, abbiamo incoraggiato i ragazzi, in un dialogo diretto a cogliere la situazione attuale come un’opportunità per rinsaldare legami, per togliere la “ruggine”, per superare i traumi e l'isolamento, educando all'istruzione e al riscatto. Il libro non è allora solo polvere sollevata da zoccoli, ma “il limaccio di fondo di un pozzo” dalle finalità curative e salvifiche. Gabriella Longobardi 

Cliccando sul seguente linKil potrete visualizzare il video relativo all'incontro con Giuseppe Lupo  https://www.youtube.com/watch?v=pq9MpAvHBT8

 

 
 Il Maggio dei libri 1 Il Maggio dei libri 3
 
 Il Maggio del libri 2

Il Maggio dei libri 4 ù

Il Maggio de libri 5
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.