Termine presentazione istanze MAD 31/08/2021

Rete Scuole SnoezelenL’esperienza Snoezelen, iniziata nel 2016 presso l’Istituto Comprensivo Statale” Alessio Narbone” di Caltagirone, si è diffusa e ha favorito la nascita di spazi multisensoriali in altre realtà scolastiche. Negli ultimi anni, infatti, sono state inaugurate “stanze magiche” a Caltagirone, Niscemi, Ramacca, Grammichele, Pozzallo, Tuscania. Attualmente, sul modello della Narbone, altre scuole siciliane hanno avviato la progettazione di questi ambienti dedicati ... Giusi Sestina

L’I.C. Narbone è stato, ultimamente, promotore della costituzione di una Rete Nazionale di Scuole Snoezelen; l’evento si è svolto il 27 maggio scorso e ha coinvolto 28 scuole disseminate sul territorio nazionale, dall’I.C.” Barge” in provincia di Cuneo all’I.I.S. “E. Medi” di Palermo. L’obiettivo comune è condividere buone pratiche e creare nuove cornici di relazioni intorno ad un approccio olistico, snoezelen appunto, che fa registrare risultati soddisfacenti sul piano dello sviluppo cognitivo e relazionale.  L’iniziativa ha ricevuto l’attenzione del Sottosegretario alla Pubblica Istruzione, la senatrice Barbara Floridia e del Presidente della IV Commissione difesa della Camera dei Deputati, l'on. Gianluca Rizzo, nonché dei rappresentanti dell’Ufficio Scolastico provinciale e regionale che hanno dichiarato la loro disponibilità a sostenere la nascente rete di scuole. Per dare valenza scientifica all’esperienza multisensoriale è stato creato un gruppo di lavoro composto da docenti e specialisti del territorio, guidati dal dott. Fabrizio La Rocca, neuropsichiatra U.O.S. Palagonia e Caltagirone. Anche l’università di Catania è rappresentata, grazie alla presenza del prof. Giovanni Savia, docente del TFA sostegno. Il Dirigente dell’istituto, prof. Francesco Pignataro ha espresso grande soddisfazione per il successo dell’iniziativa. “L’ambiente Snoezelen - ha affermato - è uno spazio di libertà, uno spazio emozionale, un luogo di benessere in cui l’alunno sperimenta un rapporto interiore con se stesso. In quest’ambiente immersivo, dove si ritorna a vivere un’esperienza ancestrale, è possibile creare modelli collaborativi, grazie alla professionalità dei docenti. La rete di scuole snoezelen deve essere luogo di best practice, di solidarietà, di prossimità tra i diversi soggetti istituzionali." Snoezelen è accoglienza, ascolto, incontro con il mondo interiore dell’Altro. Prendersi cura ed aver cura del cervello emozionale degli allievi e del loro benessere emotivo significa donare loro una maggiore adattabilità all’ambiente. Questo è il motivo per cui nasce la rete Snoezelen: colmare le lacune delle nostre scuole per costruire ponti e strade inclusive per tutti gli alunni. Giusi Sestina

torna all'inizio del contenuto

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.